Articoli

Il passaggio dalla Subaru Impreza 555 alla Impreza RS WRC

Le Subaru Impreza hanno partecipato al Campionato del Mondo Rally dal 1993 al 2008. La vettura fu denominata 555 grazie allo sponsor dell’epoca. Dal 1997 in poi si cambia musica.

L’esordio dell’Impreza nel mondo dei rally avvenne nel 1993. La Legacy, sua “antenata”, era divenuta poco competitiva rispetto alle avversarie Ford Escort Cosworth e Toyota Celica ST185. Quindi, Subaru incaricò Prodrive di preparare la nuova Subaru Impreza secondo i regolamenti di Gruppo A.

La vettura fu denominata 555 grazie allo sponsor dell’epoca. Il suo debutto avvenne nel Rally di Finlandia con Ari Vatanen e Markku Alén. Le restanti gare del 1993 furono utilizzate come test in vista delle stagioni successive. Nel 1994 la competitività dimostrata dalla vettura attirò alla corte del team inglese un campione come Carlos Sainz.

Come compagno di squadra dello spagnolo la Subaru confermò Colin McRae. La prima vittoria arrivò nell’Acropolis Rally 1994 grazie a Sainz. Il pilota spagnolo disputò una grande stagione perdendo il titolo soltanto all’ultima gara dopo un gran duello con la Toyota di Didier Auriol. In quella stagione le vittorie totali della Subaru furono tre: oltre alla vittoria di Sainz in Grecia arrivarono le vittorie di McRae in Nuova Zelanda e Inghilterra.

Nel 1995 vennero riconfermati McRae e Sainz, mentre una terza vettura venne schierata per Richard Burns nelle gare sterrate e per Piero Liatti in quelle su asfalto. La stagione fu entusiasmante. Entrambi i piloti di punta lottarono per il Mondiale Rally, ottenendo complessivamente cinque vittorie: tre di Sainz e due di McRae.

Il titolo fu vinto proprio da McRae che sconfisse in volata Sainz all’ultima gara. Subaru vinse a fine stagione il suo primo titolo Costruttori. La stagione successiva Sainz passò alla Ford, mentre in Subaru, a sostegno di McRae vennero scelti lo svedese Kenneth Eriksson e Piero Liatti.

McRae ottenne tre vittorie che però, con altrettanti incidenti, non bastarono a conquistare il titolo, che venne vinto da Tommi Makinen, su Mitsubishi. Questo non impedì a Subaru di vincere il secondo titolo Costruttori. Consecutivo. Questa la storia sportiva della Subaru Impreza 555 Gruppo A.

Dal 1997 in poi si cambia musica. A causa dei mutati regolamenti riguardanti le vetture nel Campionato del Mondo Rally, l’Impreza 555 abbandonò le scene in favore della diretta sostituta, denominata Impreza WRC97, codice 22B. In verità il modello di base è sempre lo stesso, ma grazie ai nuovi regolamenti, che richiedono un target più basso in quanto a numero di esemplari stradali.

Venduti per poter far partecipare la vettura al campionato, e non richiedono che la vettura sia strettamente derivata da quella di serie, Subaru decide di impiegare una versione coupé, costruita in tiratura limitata. I piloti per la stagione 1997 sono gli stessi della stagione precedente, ovvero McRae, Eriksson e Liatti (gli ultimi due alternati nelle gare su terra e asfalto).

La WRC97 si presenta subito come estremamente competitiva, nelle prime tre gare Liatti, Eriksson e McRae vincono rispettivamente a MonteCarlo, in Svezia e in Kenya. Nelle restanti gare della stagione arriveranno altre cinque vittorie (quattro per McRae e una per Eriksson) che permetteranno a Subaru di conquistare, per il terzo anno di fila, il campionato costruttori.

Subaru Impreza Group A Rally Car: storia in inglese

Si chiama Subaru Impreza Group A Rally Car e racconta la storia di come una macchina sia riuscita a trasformare l’intera percezione di una Casa automobilistica, portandola ad investire e dare il massimo nel motorsport.

Prima che la Impreza raggiungesse le tappe del Mondiale Rally e cominciasse a divorarle e a vincerle, poche persone al di fuori del Giappone avevano sentito parlare delle vetture Subaru e di chi in genere le utilizzava come auto da lavoro per le loro capacità fuoristradistiche piuttosto che per il loro appeal sportivo.

Tuttavia, grazie all’esperienza di Prodrive, Subaru ha concretizzato tutti gli sforzi fatti nel World Rally Championship, che ha contribuito a creare un marchio che dura ancora oggi. Il primo, e probabilmente il più iconico, di questi “animali da battaglia”, fu l’Impreza Gruppo A. Nella sua livrea blu e oro “555”, con l’impetuoso Colin McRae al volante, l’Impreza è arrivata a definire lo sport per un’intera generazione di fan e ha reso la WRX STi un’auto che ha ispirato e fatto sognare.

Questo “manuale” racconta la storia di com’è iniziato il progetto, le prove e le problematiche che dovevano essere superate, e di come il dolce successo assaggiato quando è finalmente arrivato abbia ripagato tutti gli sforzi compiuti. Attraverso i pensieri e le memorie di coloro che sono parte integrante del successo del progetto, il testo e le numerose immagini di archivio e fotografie commissionate appositamente descrive lo sviluppo tecnico dell’auto e classifica la sua rapida ascesa al titolo iridato.

Ecco l’affascinante storia di un’auto che continua ad appassionare grandi e piccini in occasione di eventi storici nel motorsport di tutto il mondo. Il libro è articolato in sette capitoli: La storia dell’Impreza (le origini di Subaru e del suo programma negli sport motoristici), L’Impreza in azione (una cronistoria dettagliata di ogni evento WRC in cui l’Impreza da rally ha preso il via), Anatomia dell’Impreza (uno sguardo affascinante ai componenti chiave che hanno reso l’Impreza Gruppo A una vettura da battere.

E poi ancora, il punto di vista del pilota (Markku Alen, Ari Vatanen, Carlos Sainz e Pierro Liatti danno il loro parere sull’auto), Il punto di vista del copilota (cosa pensano della macchina gli eroi meno celebrati dei rally), Gestire una Impreza Gruppo A oggi (panoramica di ciò che è coinvolto nella gestione di una di queste auto iconiche) e Appendici (le rivali dell’Impreza e i risultati della Gruppo A nei rally).

Libri su Storie di Rally

la scheda

SUBARU IMPREZA GROUP A RALLY CAR

Autore:  Andrew van de Burgt

Volume: collana editoriale Haynes Owners’ Workshop Manual

Copertina: rigida

Pagine: 156

Immagini: molte a colori

Formato: 21 x 29,7 centimetri

Editore: Motorbooks Intl

Prezzo: 25,50 euro

Peso: 1,2 chilogrammi

ISBN: 978-1-7852111-0-2

Acquista

Guarda il video