Articoli

Roberto Volpi, tra i pionieri del Rally dell’Isola d’Elba

Roberto Volpi è anche tra i protagonisti del libro di Mauro Parra e Claudio Ulivelli dedicato al Rally dell’Isola Elba. Importante fu anche il suo contributo, visto che fu uno dei piloti livornesi che presero parte alla gara elbana sin dalla sua prima edizione.

È venuto a mancare Roberto Volpi (nella foto di Paolo Ribechini), importante imprenditore livornese nel mondo dell’edilizia, oltre che protagonista dei rally toscani anni Settanta. Classe 1938, Volpi ha fondato e aperto il campeggio Miramare negli anni Cinquanta. Grande rallista e amante di auto d’epoca, con cui partecipava a gare di regolarità.

Roberto Volpi iniziò a correre nelle cronoscalate con una Abarth 1000 e vantava partecipazioni al Rally dell’Isola d’Elba, Coppa Liburna, Vallechiara, Rally di Casciana Terme, ma anche al mitico Granducato Challenge e negli anni a noi più vicini ha partecipato a tutte e tre le riedizioni del Circuito dell’Ardenza-Coppa Montenero. Solo per ricordare alcuni momenti della carriera.

Roberto Volpi è anche tra i protagonisti del libro di Mauro Parra e Claudio Ulivelli dedicato al Rally dell’Isola Elba. Importante fu anche il suo contributo, visto che fu uno dei piloti livornesi che presero parte alla gara elbana sin dalla sua prima edizione: Volpi era con Pino Santacroce a bordo di una Fulvietta del Jolly Club, così come Chiesa–Bianchi con una Mini Cooper 1.3 della Scuderia Livorno.

Socio storico dell’Automobil Club Livorno, ha preso parte a tante gare organizzate dall’Ente e fino all’ultimo ha contribuito ad organizzare gare ed eventi per conto dell’Aci provinciale. Il funerale è in programma alle 15 del 1 giugno nella chiesa di Santa Lucia ad Antignano dove gli amici appassionati lo accompagneranno con auto d’epoca.