Articoli

Il Ciocco Terra: quando passione e professione si incontrano

Il libro nasce dall’idea e dalla necessità storica di realizzare un’opera su un rally, il Ciocco Terra, inventato dalla fervida e inesauribile fantasia di Maurizio “Icio” Perissinot e svoltosi una sola volta nella storia.

Si chiama Il Ciocco Terra la novità editoriale – appena andata in stampa – che ci propongono Moreno Maffucci, già autore del libro sulla storia de Rally Il Ciocco, e Leo Todisco Grande, giornalista (anche nostro collaboratore), ma soprattutto grande conoscitore delle gare toscane e non solo.

Il libro nasce dall’idea e dalla necessità storica di realizzare un libro su un rally, il Ciocco Terra, inventato dalla fervida e inesauribile fantasia di Maurizio “Icio” Perissinot e svoltosi una sola volta nella storia, tra la fine di aprile e i primi di maggio del lontano 1993, in condizioni meteo da tregenda, sugli sterrati intorno a Il Ciocco, con un pantano che sembrava volesse inghiottire macchine, equipaggi, addetti ai lavori e il pubblico, incredibilmente presente, come sempre, da queste parti.

Ma il Ciocco Terra è anche dove è iniziata la leggenda di “Pucci” Grossi, il re dello sterrato, con i suoi titoli a raffica e le innumerevoli vittorie sulle strade bianche di tutta Italia. E dove Sergio Pianezzola e Andrea Navarra, destinati a un brillante futuro da rally, avevano completato un podio di “reduci” di una gara che non avrebbero più dimenticato.

“Perché no, si è detto Moreno Maffucci, garfagnino, appassionato viscerale di rally, innamorato delle gare che hanno, da molto tempo, l’epicentro intorno a Il Ciocco. Che al suo attivo ha già un corposo e documentato libro sulla storia ultraquarantennale del rally Il Ciocco e Valle del Serchio”, racconta Leo Todisco Grande.

“L’idea, affascinante, si è scontrata, inizialmente, con la grande difficoltà a reperire materiale per raccontare la storia del Ciocco Terra – prosegue Todisco Grande -. Quando Moreno mi ha contattato, con la volontà di coinvolgermi in questo progetto, la memoria di giornalista presente allora al Ciocco Terra, inviato del settimanale Rombo, mi ha subito richiamato la vittoria del mio amico “Pucci” Grossi. Ed un podio finale composto da altri due amici come Sergio e Andrea”.

L’animo del giornalista era stato stuzzicato a sufficienza. Infatti, Leo dice: “Ovviamente ho abbracciato immediatamente questa impresa, con la voglia di ricordarla a chi l’ha vissuta “in diretta” e di raccontarla a chi avesse voglia di leggere una particolare storia da rally… Sara, moglie di “Pucci”, e mia cara amica, è stata preziosa in questa ricerca: nel sancta sanctorum dell’indimenticabile campione riminese abbiamo recuperato ricordi, oggetti e anche i trofei che trovate pubblicati in questo libro”

Insomma, ecco la novità bollente dell’estate 2019, anche se dovrete attendere ancora un po’ prima di averlo. Solo pochi giorni. Un libro di 200 pagine dal formato grande e ricco di foto a colori mai viste, che vanno a comporre una galleria fotografica completa di tutti i protagonisti, che a sua volta si fonde con le parole di chi ha vissuto quella incredibile gara, oltre che a documenti rari e unici. Per info e prenotazioni: morenomaffucci@gmail.com

Libri su Storie di Rally

la scheda

IL CIOCCO TERRA

Autori: Moreno Maffucci, Leo Todisco Grande

Copertina: morbida

Pagine: 184

Formato: 24 x 16,5 cm

Editore: Autopubblicazione

Prezzo: 20 euro

Peso: 480 grammi

Guarda il video

Rally Il Ciocco: i miei primi 40 anni nell’opera di Moreno Maffucci

A quarant’anni dalla sua prima edizione, esce il libro sulla storia del Rally Il Ciocco. Nel libro Rally Il Ciocco sono raccolte le varie edizioni della gara e tante foto dei quaranta e più anni di storia.

Il curatore dell’opera Rally Il Ciocco: i miei primi 40 anni è Moreno Maffucci, un appassionato di Gallicano che ha selezionato e scelto immagini, alcune carine, di fotografi come come Photo Don, Photo 4, Montagni e altri, oltre a classifiche che ripercorrono le stagioni del rally valido per il Campionato Italiano.

Nel libro sono raccolte le varie edizioni della gara e tante foto dei quaranta e più anni di storia della corsa che ha fatto innamorare migliaia di appassionati toscani e di mezza Italia. Il libro di Maffucci non emoziona. La carta patinata è bella. Nulla di eccezionale, ma discreta. La grafica lascia a desiderare: è austera, è “vecchia”, ingessata. Un libro da quasi cinquanta euro (che è una cifra davvero al limite, che solo firme pregiate del giornalismo internazionale possono permettersi) devi offrire una veste grafica accattivante, moderna frizzante e soprattutto in grado di valorizzare bene le foto contenute, che poi sono l’aspeto essenziale del libro.

Parliamo di contenuti extra-foto. Maffucci ricostruisce una storia bella, ma arci nota. Il fortunato incontro tra Siro Pietro Quaroni, uno degli organizzatori più importanti di quel tempo e ideatore di gare indimenticabili come il Rally 4 Regioni, e Guelfo Marcucci, brillante imprenditore della Garfagnana, che vede nascere il progetto del Rally Il Ciocco risale alla seconda metà degli anni Sessanta. Il Rally Il Ciocco fa la sua prima apparizione nel 1976 quando in Italia era esplosa già da un decennio la passione per questo sport, che nel tempo ha conquistato il mondo intero.

Nel corso della sua storia, la gara toscana si guadagna parecchi riconoscimenti di validità europea. Il primo a vincere l’evento è Tony Carello, al volante della Lancia Stratos, che vincerà anche nei due anni successivi con Adartico Vudafieri che vince quattro volte di fila. Stessa quota per Piero Longhi. Da segnalare anche le tre vittorie di Giandomenico Basso. Ovviamente, chi detenie il record di successi inanellati a Il Ciocco è Paolo Andreucci, che la gara di casa (almeno fino al 2018) l’ha vinta otto volte.

Andreucci, già nel 2017, aveva battuto il record di Gianfranco Cunico che resta fermo a quota sei successi. Per curiosità, l’edizione del quarantennale è stata vinta da Simone Campedelli. Nel Terzo millennio, spesso Il Ciocco è stata la gara d’apertura del Campionato Italiano Rally.

Questo significa che tutti i migliori e più agguerriti piloti si sono visti (quasi sempre) al Ciocco, e lì si sono conosciuti gli eventuali outsider. In prima visione nuove macchine, nuove configurazioni, nuove livree. Il Rally de Il Ciocco e Valle del Serchio è un componente genetico della disciplina in Italia, che tocca per di più un’area geografica ideale e con un’esemplare storia di passione.

Sulle strade de Il Ciocco sono transitate edizioni mitiche e iridate di rally leggendari come il Sanremo di Adolfo Rava, che qui hanno trovato e preso in prestito il meglio che veniva offerto. Anche per questo i piloti e gli spettatori, ormai da decenni, scelgono questa gara, rito di passaggio obbligatorio per entrare nella storia dalla porta principale.

E per questo la gente parte che è ancora notte con il cestino della merenda. Ognuno verso la sua curva magica. Nel contesto de Il Ciocco, il tempo sembra essersi fermato al periodo goliardico di questo sport anche se continuano a passare vetture R5. Ma non solo. In questa gara, le condizioni sono estremamente variabili di default.

Una volta ogni cinque-sei edizioni bisogna mettere in conto neve e ghiaccio. E allora sono scenari suggestivi che cambiano da spettacolari a grandiosi: spettatori catapultati in un’altra orbita dei grandi rally (peccato oggi esistano piloti che col maltempo chiedano la sospensione delle prove speciali…).

Le carte in tavola possono cambiare radicalmente dalla sera alla mattina. Spesso un sole radioso e caldo, ma l’inferno di ghiaccio è possibile dal tramonto all’alba. Sempre viscido, spaccato, volubile e insidioso. Da pennellare chirurgicamente su una tavolozza paesaggistica mozzafiato. Vale per chi è in macchina e per chi sta a guardare. Roba da brividi. Il libro Rally Il Ciocco 1967-2107 conta poco meno di quattrocento pagine patinate e trecento foto: non solo immagini di gara, ma anche molte fotografie di ambientazioni varie e incidenti illustri e meno noti.

Libri su Storie di Rally

la scheda

RALLY IL CIOCCO 1967-2017

Autori: Moreno Maffucci

Copertina: rigida

Pagine: 390

Immagini: 290 a colori e in bianco e nero

Formato: 30 x 25 centimetri

Editore: Autopubblicazione

Prezzo: 49 euro con spedizione

Peso: 3 chilogrammi

Guarda il video