Kimera EVO37 posteriore

Senza veli la Kimera EVO37 dal forte sapore di Lancia Rally

A realizzare una edizione in chiave moderna della sportiva italiana, chiamata EVO37, è stata l’azienda di Cuneo Kimera Automobili, fondata nel 2020 da Luca Betti: ex pilota. La Kimera EVO37 reinterpreta nell’aspetto e nella impostazione meccanica il modello cui è ispirata. Ed è stata progettata sotto la direzione di alcuni ex ingegneri Lancia che hanno partecipato alla realizzazione della 037.

Come promesso, Luca Betti svela la attesissima Kimera EVO37 a Villa Kimera. “Questo progetto rappresenta tanto per me e per le persone che sono state coinvolte e che hanno partecipato a questa meravigliosa Kimera che oggi è realtà – spiega Betti -. In ogni millimetro, vite, bullone e dettaglio di quest’automobile c’è una passione infinita, ci sono coraggio e follia, dedizione e abnegazione, testardaggine e flessibilità, precisione e concentrazione, riscatto e vera, profonda resilienza”.

A realizzare una edizione in chiave moderna della sportiva italiana, chiamata EVO37, è stata l’azienda di Cuneo Kimera Automobili, fondata nel 2020 da Luca Betti: ex pilota. La Kimera EVO37 reinterpreta nell’aspetto e nella impostazione meccanica il modello cui è ispirata. Ed è stata progettata sotto la direzione di alcuni ex ingegneri Lancia che hanno partecipato alla realizzazione della 037.

“Questa vettura è il frutto di un rispetto e amore profondo per qualcosa che non c’è più e che si ricorda con piacere, affetto e nostalgia – prosegue il rallysta-imprenditore di Cuneo -. Qualcosa che mi piacerebbe tanto rivedere e ritrovare, di nuovo, oggi. Per tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto, questa vettura ha rappresentato un’#autenticaevoluzione , una maturità personale ottenuta grazie a un impegnativo percorso di crescita professionale e personale. Quest’automobile è la conferma che è giusto credere nei propri sogni, difenderli e dedicarsi con profondo amore, circondarsi di persone buone e serie e condividere con loro questa meravigliosa favola che è la vita”.

Nei giorni scorsi Kimera Automobili aveva diffuso alcune foto e bozzetti che svelavano la vettura (puoi leggere l’articolo qui) alla cui realizzazione hanno partecipato nomi di spicco che hanno avuto un ruolo di primo piano nel progetto della 037 originale. Tra questi l’ingegnere Claudio Lombardi, al quale è stata affidata la completa re-ingegnerizzazione del motore della vettura in stretta collaborazione anche con lo staff di Italtecnica. Sergio Limone, che ha visionato e approvato sul modello l’impostazione del telaio, e Vittorio Roberti con il compito di verificare il corretto il processo costruttivo ed i materiali della vettura.

“Non si puo che rimanere estremamente e piacevolmente sorpresi nel vedere i progressi e il rapido avanzamento che ha avuto questo progetto in tempi decisamente contenuti – ha detto Lombardi – la EVO37 di Kimera Automobili suscita grande emozione, ricorda in tutto e per tutto la vettura originaria al primo colpo d’occhio e conserva l’anima dell’auto dell’epoca”.

La Kimera EVO37 verrà realizzata con il contagocce, si parla di 37 unità vendute con un listino intorno ai 500mila euro. Stando alle poche informazioni che si hanno al momento, utilizzerà un motore 2.0 litri sovralimentato con turbocompressore e compressore meccanico, in grado di produrre 550 cavalli (oltre 300 in più rispetto alla 037 all’originale da rally), associato a un cambio manuale, oppure a una trasmissione sequenziale opzionale.

Almeno sulla carta le prestazioni della Kimera EVO37 dovrebbero essere da primato. L’impiego nella costruzione di materiali ultra leggeri, quali carbonio e alluminio, consentirà infatti alla vettura una massa totale di soli 950 chili e un conseguente rapporto peso/potenza di 579 cavalli per tonnellata, ovvero circa 7 cavalli in più di una McLaren 765LT. Per i più esigenti potrebbe poi essere disponibile anche una edizione speciale a trazione integrale.

Scopri i rally su Amazon