Rudy Dalpozzo

Rudy Dalpozzo operato: niente Rally Costa Brava con Fassina

L’Italia intera si era emozionata alla notizia che Tony Fassina e Rudy Dalpozzo avrebbero onorato il quarantennale della vittoria ottenuta nel 1982 al Rally Costa Brava con la Opel Ascona 400 di Conrero. Purtroppo, però, non accadrà più. Rudy è stato sottoposto ad intervento chirurgico e ha annunciato, con rammarico, che non sarà più al via della competizione storica catalana in quanto avrà bisogno di fare riabilitazione.

“Carissimi amici appassionati di ieri e di oggi – scrive Dalpozzo – vi confesso che poter disputare il Costa Brava 40 anni dopo la vittoria che ho ottenuto con Tony sarebbe stato uno dei sogni della mia vita, perché si sarebbe ripresentato il ricordo del periodo più bello della mia carriera agonistica e dell’anno più bello dal punto di vista dei risultati. La vittoria al Costa Brava del 1982 è stata per me la prima vittoria importante a livello europeo. Poter stare, quindi, ancora una settimana in macchina, su una potente Stratos, con il mio amico Tony Fassina e rifare il percorso e le strade che facemmo 40 anni fa, vincendo, mi avrebbe provocato un’emozione incredibile”.

“Avevo già preparato tutto! Casco, interfono, tuta, borsa con i quaderni, cronometro, licenze, passaporto, tutti i documenti necessari per disputare la gara – prosegue il copilota che con Fassina vinse il Costa Brava 1982 -. Purtroppo un contrattempo ha stravolto e distrutto i miei piani… Qualche settimana fa sono stato operato per una semplice sostituzione della parte monocompartimentale del ginocchio destro, intervento che ho già eseguito sul sinistro un paio di anni fa risolvendo problemi nel movimento e dolori insopportabili, operazione che ho superato regolarmente in tempi molto brevi, compresa la riabilitazione. Purtroppo, questa volta, è incorsa un’infezione che ha allungato i tempi per più del doppio di quanto necessario. Ho dovuto sottopormi ad un nuovo intervento e tutt’ora sono ricoverato in ospedale, fra qualche giorno sarò dimesso e potrò iniziare poi la riabilitazione”.

“Questo significa che purtroppo la mia partecipazione al rally Costa Brava non è più realizzabile, con mio grande rammarico e disperazione. Sono molto affranto e dispiaciuto per tutti i fan che mi hanno scritto che avrebbero raggiunto la Spagna per rivedermi in azione al fianco di Tony Fassina. Sono altresì dispiaciuto per Tony, che mi ha caricato di entusiasmo come sa fare sempre, assicurandomi che avremmo partecipato per vincere e non per onorare la carriera. Mi dispiace molto anche per gli organizzatori, Alex Romani e Alex Sasplugas, che si sono prodigati molto per riavere alla partenza di questo pregiato rally la coppia e la macchina più bella del mondo… E sono dispiaciuto anche per me… non ci voleva! Spero mi comprendiate…”. E da parte di Storie di Rally, l’augurio di una pronta guarigione…

Pianeta Rally: libri, riviste moda, giochi, modellismo