Rinasce il logo HF di Lancia: si pensa alla Ypsoln nei rally

nuovo logo lancia

La storia della HF è intrinsecamente legata al mondo dei rally, e sembra che Lancia non intenda deludere i fan neanche in questo ambito. Luca Napolitano, amministratore delegato di Lancia, ha confermato che il marchio sta “lavorando” sui piani per un ritorno ai rally.

Lancia, celebre marchio italiano con una lunga storia nel mondo dell’automobilismo, ha entusiasmato gli appassionati con l’annuncio del ritorno del leggendario logo HF. La notizia, che era stata anticipata a gennaio dal settimanale Autosprint, è stata accolta con grande attesa e interesse, poiché si è appreso che il marchio sta lavorando su una sportiva elettrica basata sulla nuova Ypsilon. Cosa che, per altro, era stata già confermata in passato.

Confermato dalla Lancia stessa, la Ypsilon HF sfoggerà un potente motore da 237 CV, suggerendo l’utilizzo del medesimo propulsore montato anteriormente nella 600e del marchio gemello Abarth. Questa mossa rappresenta un connubio perfetto tra la tradizione e l’innovazione, fondendo il mito degli HF con la moderna tecnologia elettrica.

Non solo la potenza sarà al centro dell’attenzione, ma anche le prestazioni. Lancia ha promesso un’esperienza di guida emozionante, con uno sprint da 0 a 100 km/h che richiederà solamente 5,8 secondi. Ciò sarà reso possibile grazie anche all’adozione di un assetto delle sospensioni più basso e più ampio, promettendo una maneggevolezza superba e una sensazione di sportività ad ogni curva.

Ma la novità non si ferma qui. Il nuovo stemma HF, che incarna l’eredità degli anni ’60 e ’90, si ispira al glorioso passato del marchio. Con la mascotte dell’elefante dipinta nella classica tonalità di rosso utilizzata sulla Fulvia Coupé HF del 1966, e la scritta “HF” in corsivo, questo emblema porta con sé una carica di storia e successi che hanno caratterizzato il marchio Lancia nel corso degli anni. Insomma, per fortuna non è stato francesizzato un celebre marchio, per decenni orgoglio del Made in Italy.

La storia della HF è intrinsecamente legata al mondo dei rally, e sembra che Lancia non intenda deludere i fan neanche in questo ambito. Luca Napolitano, amministratore delegato di Lancia, ha confermato che il marchio sta “lavorando” sui piani per un ritorno ai rally. Questo movimento rappresenterebbe un passo significativo per Lancia, poiché il WRC ha recentemente annunciato un ritorno ai propulsori non elettrificati.

Tuttavia, con la FIA che ha aperto le porte a una classe elettrica nel rally, in cui Lancia sarebbe interessata a noleggiare vetture con un servizio simile a quello offerto oggi con grande successo da Skoda, da Ford, da Hyundai e da Toyota. Certamente un’interessante iniziativa commerciale. Si ricorda, però, che anche la Renault aveva dichiarato di voler correre in una classe elettrica nel WRC, tramite Luca De Meo, che presentando la R5 elettrica aveva detto. “Noi la macchina per il WRC la abbiamo, aspettiamo che la FIA ci faccia correre”. In tal caso si potrebbe inaugurare davvero una nuova era per i rally.

Inoltre, Napolitano ha sottolineato l’impegno del marchio nel puntare su modelli ad alte prestazioni, evidenziando così l’anima più brutale e radicale di Lancia. Questo impegno per l’eccellenza nel settore delle auto ad alte prestazioni è ciò che ha sempre distinto il marchio, e con la nuova Ypsilon HF elettrica, sembra che Lancia sia pronta a scrivere un nuovo capitolo nella sua storia ricca di successi e tradizione.