Portugal Rally 1987, qualcuno aiutò Miki senza benzina

In un’intervista rilasciata all’agenzia portoghese Lusa, Miki Biasion svela un inedito aneddoto su una sua partecipazione al Portugal Rally. Il campione del mondo ricorda che nel 1987, quando era quasi campione, mentre guidava il Rally del Portogallo, era rimasto senza benzina e qualcuno in gara lo aiutò rinunciando al carburante. Perse quattro minuti e finì settimo assoluto.

Due volte campione del mondo nel 1988 e nel 1989, Miki Biasion è l’unico pilota italiano ad aver trionfato tre volte di fila al Portugal Rally: 1988, 1989 e 1990. “Adoro questo paese, il Portugal Rally è sempre stato uno dei miei preferiti al Campionato mondiale di rally, che ho vinto due volte ma molte volte finito al secondo posto”, ha detto all’agenzia Lusa il campione del mondo del team Lancia Martini.

Miki Biasion, nell’intervista rilasciata all’agenzia di stampa, ha ricordato che competere in Portogallo “è sempre stata una grande sfida, ma allo stesso tempo un piacere. Non ricordo, ma penso di non aver mai saltato un Portugal Rally, è stato meraviglioso per me guidare su quelle strade”.

“Naturalmente è stata sempre una grande sfida per me. La prima volta che ho gareggiato qui nel 1984, con la Lancia Rally 037, era la mia seconda gara del Campionato del Mondo Rally. È stato emozionante. Ho concluso al quarto posto assoluto”. E dal bagagliaio dei ricordi nella conversazione con Lusa ne è derivato un altro che mescolava la disperazione alla gratitudine, nonostante il risultato.

Miki Biasion dice: “Ricordo che nel 1987, anno in cui ero quasi campione, quando guidavo la gara in Portogallo, ero senza benzina e qualcuno in gara mi aiutò rinunciando al carburante. Persi quattro minuti e finii al settimo posto assoluto, ma ritengo da sempre che sia una storia bellissima da ricordare”.

Ecco perché il Rally del Portogallo è sempre “una fonte di bei ricordi e di amici rimasti rimasti tali per il resto della loro vita”, ha detto il due volte campione del mondo. “Ho molti ricordi meravigliosi e molti amici, non solo piloti, ma anche altre persone. Ho un amico che ha ristorante Póvoa de Varzim che chiamo ogni anno per augurargli buon anno”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

A cosa stai pensando?