,

Nerina, il restomod S4 che fa impazzire l’America del nord

nerina lancia delta s4

L’hanno chiamata Nerina la Lancia Delta S4 Gruppo B in livrea total black, appena restaurata nel Torinese, che ora viene apprezzata sulle strade dell’America del nord dal suo nuovo proprietario. Quella che era nata come una S4 stradale è stata trasformata in un fantastico restomod, che porta la firma dei fratelli Baldi…

Partire da un’idea apparentemente semplice, come quella di aggiornare un’auto d’epoca con componenti moderne per migliorarne l’usabilità e l’affidabilità, può condurre a risultati straordinari. Ma quando il lavoro è eseguito con maestria, il risultato può trasformarsi in un fenomeno che varca gli oceani, come nel caso della Nerina, una Delta S4 completamente reinventata per le strade del New England.

La pratica dei restomod non è una novità nel mondo dell’automobilismo. Basti pensare alla Alfa Romeo Spider con componenti Alfaholics o alla Porsche 911 o 964 trasformata in modo estremo dai maghi dei dettagli di Singer Vehicle Design in California. Tuttavia, anche le auto sportive moderne non sono esenti da questa tendenza: la Subaru Impreza P25 di Prodrive o le Subaru Impreza di Carlo Boroli ne sono esempi lampanti. Nemmeno la Delta S4, una delle icone del Gruppo B, è stata risparmiata.

La storia di Nerina inizia circa 18 mesi fa, quando un ricco appassionato di auto americano incarica Girardo & Co di trasformare una Delta S4 stradale (telaio numero 138, per gli intenditori) in un’auto da corsa completa con specifiche Gruppo B, ma adatta anche alla guida su strada nel New England.

Per un progetto così complesso e ambizioso, è stato fondamentale coinvolgere i migliori specialisti italiani di auto da rally Lancia e gli ex-meccanici Lancia Martini Racing Elio e Giovanni Baldi. Questi gemelli carismatici e appassionati operano a Torino, rendendo più agevole il processo di documentazione e restauro della leggendaria vettura.

L’obiettivo era chiaro fin dall’inizio: rispettare la specifica autentica del Gruppo B dell’epoca era fondamentale, ma allo stesso tempo era necessario apportare modifiche ponderate e discrete per migliorare la raffinatezza, la guidabilità e l’affidabilità su strada. Un compito difficile, ma non impossibile.

nerina, lancia s4
Nerina, la Lancia S4 realizzata a Torino

Il risultato finale è una Delta S4 trasformata, ribattezzata con affetto Nerina, che combina il fascino e la potenza del passato con le tecnologie e i comfort moderni. La vettura rispetta le specifiche del Gruppo B dell’epoca, ma presenta anche aggiornamenti raffinati che la rendono un’autentica icona su strada e sulla pista. Nerina rappresenta un esempio eccellente di come un’idea semplice possa trasformarsi in un capolavoro del motorsport. Grazie alla passione, all’esperienza e alla maestria dei professionisti coinvolti, questa Delta S4 ha riacquistato vita e ha conquistato il cuore degli appassionati di auto d’epoca e di corse di tutto il mondo.

Grazie a un lavoro meticoloso e rispettoso dei dettagli, questa iconica vettura è stata reinventata per il nuovo millennio, incarnando la fusione perfetta tra il passato e il presente. La Delta S4, ribattezzata affettuosamente Nerina, è stata oggetto di piccole modifiche che incorporano tecnologie moderne, ma in modo discreto e mai invadente. Il volante Scorpion, un tocco di modernità nell’abitacolo, è solo uno degli esempi di come la vettura sia stata aggiornata senza comprometterne l’autenticità. Per il resto, ciò che non era rotto non è stato aggiustato. La potenza bruta della Delta S4 Corsa, con oltre 550 CV già di suo, è rimasta intatta, così come il complesso sistema di trazione integrale e il leggero corpo composito.

Ma cosa rende la Delta S4 così unica? È una combinazione di potenza esplosiva, maneggevolezza esilarante e un’atmosfera inebriante che la rende una delle auto da rally più iconiche di tutti i tempi. Il suo motore nervoso e scorbutico, l’abitacolo spartano e la sua natura selvaggia la rendono un’esperienza di guida senza eguali. Eppure, confrontarla con una Ferrari F40 sarebbe un errore: la Delta S4 ha una personalità tutta sua, unica e irripetibile.

Per celebrare il ritorno di Nerina alla gloria, immaginatela caricata su un rimorchio a pianale dietro il furgone Iveco Lancia Martini Racing d’epoca, dei fratelli Baldi, ancora in servizio e portata su una pista di go-kart nella provincia di Torino, requisita appositamente per l’occasione. Questo è il modo perfetto per mostrare il fascino e la potenza della Delta S4, mentre il vento sferza i volti dei fortunati spettatori che assistono a questa straordinaria dimostrazione di potenza e prestazioni.

Infine, perché il nuovo proprietario abbia optato per il nero per la vettura, c’è una spiegazione interessante. Lo sviluppo del motore della S4 ha preceduto il completamento del telaio e il propulsore fu stato installato su una Lancia 037 Rally modificata. Questo ibrido di colore bianco, noto come Mazinga, divenne un’icona. Quando il propulsore fu successivamente installato sulla S4 usata per i test, questa era nera e il nero di Nerina è un omaggio a quella creatura temibile e affascinante.

Nerina rappresenta l’incontro tra la tradizione e l’innovazione, tra la potenza bruta e l’eleganza italiana. È una vettura che continua a catturare l’immaginazione degli appassionati di auto da rally di tutto il mondo, una testimonianza vivente della gloriosa storia della Lancia nel mondo delle corse automobilistiche.