Nel 1999 dal fallimento Peugeot in F1 nasce la 206 WRC

Nel 1999 dal fallimento Peugeot in F1 nasce la 206 WRC

I nuovi regolamenti sono piuttosto radicali, ma rappresentano l’arrivo di una nuova filosofia ingegneristica e aprono le porte ad una nuova straordinaria epoca dei rally. Per creare la Peugeot 206 WRC, Nicolas riesce a mettere a segno un colpaccio assumendo Michel Nandan, che ha lavorato per la Toyota sulla Corolla WRC e ha pensato ai differenziali a controllo idroelettronico che erano una svolta importantissima per le prestazioni della vettura.

Dopo quattordici anni di assenza, il 1999 segna il ritorno di Peugeot al WRC. La genesi della vettura (206 WRC) e il team sono la chiave del suo straordinario successo. Gli sforzi del marchio in Formula 1 si rivelano una mossa sbagliata e nel 1997 si decide di utilizzare l’esperienza acquisita con la 306 Maxi per costruire un’auto da rally sulla base della nuovissima normativa WRC.

Per fare ciò Jean Pierre Nicolas, ex braccio destro di Jean Todt, recluta ingegneri di altissimo livello per aiutare il già competitivo team Peugeot Sport. I regolamenti del WRC sono piuttosto radicali, ma rappresentano l’arrivo di una nuova filosofia ingegneristica e apre le porte di una nuova straordinaria epoca dei rally.

Nicolas riesce a mettere a segno un colpaccio assumendo Michel Nandan, che ha lavorato per la Toyota sulla Corolla WRC e ha pensato ai differenziali a controllo idroelettronico che erano una svolta importantissima per le prestazioni della vettura. Questo per dire che la Peugeot 206 WRC usava un layout differenziale simile a quello usato sulla Toyota Corolla WRC.

Marcus Gronholm con la Peugeot 206 WRC
Marcus Gronholm con la Peugeot 206 WRC

In effetti anche la lubrificazione avviene mediante lo stesso olio utilizzato nel motore, nella scatola del cambio, nei differenziali e nel servosterzo. Tutto l’olio viene raccolto in un unico scambiatore di calore acqua-olio multicanale per il raffreddamento e viene quindi redistribuito alle diverse parti meccaniche dalla stessa unità centrale idraulica multicanale.

Il team di ingegneri che lavora al progetto Peugeot 206 WRC, include anche Francois Xavier Delfosse, Julien Loisy e Mario Fornaris. Dopo che il progetto di base viene completato internamente a Peugeot Sport, Pipo viene incaricato di sviluppare e fornire i motori. I regolamenti hanno consentito molte modifiche e Peugeot ha optato per un cambio longitudinale per una migliore distribuzione del peso per migliorare la dinamica e creare spazio.

Ti piace questo contenuto? È uno dei pochi del nostro sito disponibili solo in versione premium. Per completare la lettura puoi prendere in considerazione di farti un bel regalo con il libro su cui è stato pubblicato (che contiene tante altre interessanti storie e aneddoti), o con le altre pubblicazioni cartacee della collezione editoriale. Diventerai orgogliosamente uno dei nostri sostenitori!

100 anni di Storie di Rally 2: appuntamento con la storia