,

Analisi del primo successo Mazda nel WRC

timo salonen, rally di svezia 1987

Il primo trionfo è arrivato al Rally di Svezia nel 1987. Le condizioni meteorologiche avverse caratteristiche della gara svedese, con neve profonda e morbida, hanno reso la competizione estremamente impegnativa per i concorrenti. I piloti della Lancia e della Ford hanno incontrato molte difficoltà, sfruttate a pieno da Timo Salonen.

La Mazda ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo dei rally durante gli anni ’80 e ’90, non limitandosi al solo successo a Le Mans. Con l’avvento dei regolamenti del Gruppo A, la Mazda si è trovata ad affrontare avversari come Lancia, Toyota e Ford con la sua vettura Mazda 323 4WD. Nonostante abbia ottenuto solo tre vittorie, ha lasciato il segno indelebile nella storia dei rally. Il debutto trionfale è avvenuto al Rally di Svezia del 1987.

Le dimensioni compatte e il comportamento agile della Mazda 323 4WD hanno giocato a suo favore, con Timo Salonen che ha esaltato le sue caratteristiche vincendo il Rally di Svezia del 1987, mentre nel 1989 Ingvar Carlsson ha replicato l’impresa aggiudicandosi nuovamente la gara in Svezia. In quella che è stata la stagione di maggior successo della Mazda, Carlsson ha conquistato un’altra vittoria al Rally della Nuova Zelanda, mentre il pilota locale Rod Millen è arrivato secondo su un altro 323. Alla fine della stagione, la Mazda ha festeggiato il terzo posto nel Campionato del Mondo Costruttori Rally e ha continuato a competere con la generazione successiva del 323 durante gli anni ’90, prima di ritirarsi dal Campionato del Mondo Rally nel 1991.

La storia della Mazda nei rally ha avuto inizio con le vetture RX2 e RX3, le prime ad utilizzare motori rotativi in competizioni rally. Tuttavia, fino al RX7, nessuna di queste vetture ha ottenuto particolare successo, nemmeno il RX7, nonostante il supporto di fabbrica che lo ha trasformato in una vettura del Gruppo B nel 1984. Pur essendo una vettura interessante, dotata di un motore rotativo da 300 CV, il più potente motore aspirato a trazione posteriore nei rally, i risultati non sono mai stati all’altezza delle aspettative. Il Mazda 323, invece, dotato di trazione integrale, si è rivelato molto più attraente per le vendite di massa e la casa automobilistica di Hiroshima ha deciso di schierarlo nelle competizioni rally. Con le specifiche del Gruppo A, il 323 è stato equipaggiato con un motore da 1.600 cc e 16 valvole, ma ha dovuto fare i conti con la forte concorrenza della Lancia, prima con la HF 4WD e successivamente con l’Integrale.

timo salonen, rally sweden 1987
Timo Salonen, Rally Sweden 1987

Nonostante ciò, la Mazda è riuscita a ottenere tre vittorie nel WRC, di cui due in Svezia (1987 e 1989) e l’ultima in Nuova Zelanda nel 1989. Tuttavia, l’interesse della casa madre per il progetto è andato gradualmente scemando, fino al suo completo abbandono. Tuttavia, la Mazda ha lasciato il suo segno. Solo 21 marche hanno vinto gare nel Campionato del Mondo Rally e la Mazda è stata una di esse.

Il primo trionfo è arrivato al Rally di Svezia nel 1987. Le condizioni meteorologiche avverse caratteristiche della gara svedese, con neve profonda e morbida, hanno reso la competizione estremamente impegnativa per i concorrenti. I piloti della Lancia e della Ford hanno incontrato molte difficoltà, sfruttate a pieno da Timo Salonen. La battaglia tra i pneumatici Michelin e Pirelli ha contribuito ad aumentare l’incertezza, ma un rapido cambiamento delle condizioni climatiche ha favorito la Pirelli, con Mikael Ericsson che si è trovato in svantaggio rispetto a Timo Salonen. Nonostante le difficoltà, Salonen è riuscito a conquistare la testa della gara nella PS17, mantenendola fino al traguardo nonostante la pressione degli avversari.

Il trionfo di Timo Salonen e della Mazda non è stato casuale, come ha dimostrato anche il quarto posto di Ingvar Carlsson, che ha confermato le capacità competitive della vettura. La competizione è stata caratterizzata da numerosi problemi tecnici riscontrati dalle vetture avversarie, permettendo alla Mazda di primeggiare e di scrivere una pagina importante nella storia dei rally. La vittoria della Mazda al Rally di Svezia del 1987 è stata un evento storico, soprattutto considerando il dominio della Lancia nelle gare precedenti. L’anno è stato segnato da una transizione dopo la fine dell’era dei “mostri” del Gruppo B, ma la vittoria della Mazda ha confermato il suo valore come marchio automobilistico competitivo anche nel mondo dei rally.