,

La Ypsilon Rally4 HF e la “beffa” del ritorno di Lancia nei rally

Lancia Ypsilon HF Rally4

Dopo le foto del manichino della Ypsilon Rally4 HF, tutti ad urlare: Lancia torna nei rally. Che detta così ti immagini l’erede di Cesare Fiorio pronto col suo team, ma questa volta senza sacchi di sale e altre strategie. Solo elettronica. Poi, però, guardi la Ysilon HF Rally4 e pensi che è l’erede della Lancia Delta HF evoluzione e scoppi a ridere, perché è giusto ridere davanti ad una barzelletta.

La verità è che Lancia non torna nei rally, ma torna a costruire una macchina da rally che si chiama Ypsilon Rally4 HF. Sicuramente una buona notizia, per quel che riguarda il parco auto. Ma se all’inizio parliamo di verità, è perché col comunicato di Stellantis si è creato un equivoco che necessita di chiarimento. Se è giusto che un’azienda lanci un comunicato stampa in pompa magna su un nuovo prodotto per collocarlo sul mercato, riteniamo deontologicamente poco corretto che tutti stiano a riprenderlo così com’è, senza farsi domande, senza badare al peso delle parole usate, o agli errori, piuttosto che agli eccessi, abboccando all’esca e pubblicando in modo quasi prono “la qualunque” e accapigliandosi su chi ha fatto prima lo scoop.

Ed ecco che dopo 5 minuti tutti urlano: Lancia torna nei rally. Che detta così ti immagini l’erede di Cesare Fiorio pronto col suo team, ma questa volta senza sacchi di sale e altre strategie. Perché un Costruttore che torna nei rally, torna con la squadra. Se, invece, non c’è la squadra, ma c’è solo la macchina, allora non è Lancia che torna nei rally, ma è una Lancia che torna nei rally. Sempre una bella notizia, ma molto diversa. Ma della Squadra Corse Lancia e dell’erede di Cesare Fiorio non si vede neppure l’ombra. Ma neppure di Scamarcio si vede l’ombra. Eppure, si badi bene, Lancia torna nei rally, al posto di una Lancia torna nei rally.

E se proprio si vuol credere che Lancia torni nei rally con la Ypsilon, si pensi al suo passato glorioso e si guardi la nuova Stellantis Europe Lancia Ysilon HF Rally4, poi si pensi che nei rally lei è l’erede della Lancia Delta HF Evoluzione. Viene da ridere, quantomeno da sghignazzare, perché è giusto ridere davanti ad una storia che sembra una barzelletta, per un errore comunicativo che sta alla base per scopi di puro marketing. E badate bene, della barzelletta questa storia ne ha tutti i connotati, perché la vettura da rally corre con un motore a benzina e sul mercato venderanno solo un’auto elettrica che, in compenso, avrà molta più potenza e molta più coppia di quella che correrà nei rally.

Tra l’altro, quasi tutte le testate giornalistiche che hanno divulgato il comunicato non si sono accorte che ci sono una serie di gravi errori (non possiamo pensare che si tratti di volute omissioni) sulla creazione del logo HF con l’elefantino volante (quattro elefantini volanti, per la verità, quella giusta ve l’abbiamo raccontata qui) scelto da Gianni Lancia nel 1953 e sulla fondazione e sulla nascita del club Lancia Hi-Fi creato 10 anni più tardi da Cesare Fiorio, figlio dell’allora responsabile della comunicazione della Lancia. Esattamente quello che ai francesi li ha legnati per anni con la Delta HF. Fino al ritiro. Un errore del genere, commesso dall’ufficio stampa della Casa è inaccettabile, però la dice lunga sulla strategia di marketing aggressivo che si interessa solo di spingere un prodotto. La storia è un contorno, un dettaglio sfocato… e purtroppo lo è anche per giornalisti che si occupano di auto e di motorsport da decenni.

A noi pare un po’ poco una Rally4 a due ruote motrici – creata su pianale della Peugeot 208 e con motore della Peugeot 208 – per gridare al ritorno di Lancia nei rally, che comunque non è più una Casa automobilistica italiana, bensì è un marchio (brand?) italiano di proprietà di Stellantis Europe, che è una società partecipata dalla francese Stellantis (dove il Governo di Francia è nell’assetto societario). In ogni caso, per chiarire le idee a chi continua a gridare al “ritorno di Lancia nei rally”, abbiamo preparato un’analisi delle strategie comunicative e di marketing del Gruppo Stellantis. Non prima, ovviamente, di proporvi il comunicato originale con i suoi errori.

juha kankkunen, lancia delta foto ryan gregg
Juha Kankkunen, Lancia Delta-foto Ryan Gregg

Il comunicato stampa Stellantis

“1 vettura, 4 storie. Oggi Lancia racconta 4 storie. La prima è la partnership con Cassina, eccellenza italiana nell’arredamento di alta gamma che contribuisce al posizionamento del marchio nel mercato premium. La seconda è rappresentata da una gamma completa ed elegante, con un’offerta finanziaria che le permette di posizionarsi nel cuore del mercato per offrire un’esclusività di massa. Ma non ci siamo fermati qui…

Oggi Lancia presenta in anteprima la Lancia Ypsilon HF, la versione ad alte prestazioni della prima vettura della nuova era del marchio che arriverà sul mercato a maggio 2025, e la Ypsilon Rally 4 HF, che rappresenta il ritorno di Lancia nei rally! Da sempre Lancia è entrata nel cuore della gente anche per il suo animo competitivo, rappresentato da quei modelli iconici del suo passato che l’hanno resa il marchio tutt’ora più vincente di tutti i tempi nel mondo dei Rally. E quel cuore sportivo oggi ricomincia a battere! E quegli stessi fans saranno nuovi clienti Lancia di domani!” ha dichiarato Luca Napolitano, CEO del marchio Lancia.

Lancia Ypsilon HF

La Lancia Ypsilon HF è l’espressione dell’animo più competitivo e prestazionale del marchio. Lancia si ispira ancora una volta al proprio passato, reinterpretandolo per guardare al futuro con grande ambizione. Alimentata con una motorizzazione 100% elettrica da 240 CV, con accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 5,8 secondi, la Lancia Ypsilon HF sarà caratterizzata da un assetto ribassato, una carreggiata allargata e da forme aggressive e muscolose, ispirate alle iconiche vetture più radicali che hanno fatto la storia del marchio, con forme e design al servizio della resa prestazionale. La vettura farà il suo debutto sul mercato a maggio 2025.  Dopo Lancia Ypsilon HF, anche la Gamma e la Delta disporranno di una versione HF.
 

Il logo HF e la corsa dell’elefantino

Sulla Lancia Ypsilon HF tornerà a svettare il logo HF, storica firma dei modelli Lancia ad alte prestazioni introdotta per la prima volta nel 1960 in occasione del Salone dell’Automobile di Ginevra, quando un gruppo di appassionati proprietari di vetture Lancia fonda il club “Lancia Hi-Fi” (Hi-Fi significa High-Fidelity), un club esclusivo dedicato ai clienti più affezionati al marchio e riservato a coloro che hanno acquistato almeno sei vetture Lancia nuove di fabbrica. Il logo HF è diventato poi elemento distintivo della HF Squadra Corse Lancia, fondata nel 1963 da Cesare Fiorio insieme ad alcuni piloti e ad appassionati possessori di vetture Lancia, e ha “siglato” tante delle vittorie del marchio.

Lo storico logo si componeva delle lettere maiuscole HF, bianche su fondo nero, con quattro elefantini rossi in corsa e in calce, in maiuscolo, la scritta Squadra Corse, bianca su fondo rosso. L’elefantino fu scelto come portafortuna, stante la leggenda che, una volta lanciati in corsa, questi animali sono inarrestabili e diventano quindi simbolo di prestazioni e piacere di guida.

Il nuovo logo HF, svelato a marzo nella sua versione rivisitata, ha reinterpretato il logo storico, rendendolo contemporaneo: gli elementi costitutivi del marchio sono i simboli della tradizione Lancia che vengono ora semplificati, sia in termini di linee che di forme, creando un nuovo equilibrio, capace di esprimere innovazione, premiumness e italianità con un tocco di eclettismo, nel massimo rispetto delle inconfondibili geometrie proprie del marchio.

Lancia riparte dal Rally4

Da oggi il cuore di tanti tifosi e appassionati di Rally tornerà a pulsare. Lancia ha infatti deciso di tornare nel mondo dei Rally, partendo dalle basi della competizione, dal Rally 4, il cuore pulsante dei Rally: una categoria che rappresenta la passione pura, con protagonisti i giovani piloti che cominciano la carriera con passione per diventare i professionisti di domani. Un nuovo inizio in perfetto stile Lancia, caratterizzato da ambizione, pragmatismo e umiltà, in coerenza con la missione e il DNA del marchio.

Lancia è ancora oggi il marchio più vincente di tutti i tempi nel mondo dei rally, con 15 Campionati del Mondo Rally, tre Campionati del Mondo di Endurance Costruttori, una 1000 Miglia, due Targa Florio e una Carrera Panamericana. Lancia Ypsilon Rally 4 HF è alimentata da un motore 1,2 litri turbo 3 cilindri e 4 valvole per cilindro che sviluppa 212 CV. Dotato di trazione anteriore con trasmissione meccanica a 5 marce e differenziale autobloccante meccanico, il modello ad alte prestazioni si pone come soluzione ideale per il divertimento di tutti gli appassionati di rally, ma anche come serio candidato per i piloti che ambiscono alla vittoria nella categoria R4 e nei campionati a due ruote motrici.

Il logo Lancia Corse HF

Sulla Lancia Ypsilon Rally 4, oltre al logo HF, tornerà a svettare anche il logo “Lancia Corse HF”, la leggendaria firma delle vetture da corsa. Il marchio Lancia si è ispirato allo storico logo, reinterpretato ora in chiave contemporanea per guardare al futuro, coerentemente con il piano di rinascimento del marchio. Il lettering della parola Corse viene ora espresso con un font creato ad hoc. La grafica del logo, con carattere obliquo, vuole esprimere il concetto della velocità, tipico del mondo delle corse creando una coerenza stilistica con la forma del logo HF. Anche i colori, bianco e nero, riprendono quelli originali.
Il logo potrà essere utilizzato sia in una declinazione orizzontale che verticale.

Lancia Delta S4 telaio 215
Lancia Delta S4 telaio 215

Analisi della strategia comunicativa

Il comunicato di Lancia dimostra una strategia di segmentazione chiara e ben definita, rivolta principalmente ai seguenti gruppi:

1. Segmentazione del mercato

  • Clienti del segmento premium e di lusso: Attraverso la partnership con Cassina, Lancia cerca di posizionarsi come un marchio esclusivo e di alta gamma, attirando consumatori che apprezzano l’arte e il design di alta qualità.
  • Appassionati di prestazioni e competizioni: Con la presentazione della Lancia Ypsilon HF e Ypsilon Rally 4 HF, il marchio punta a coloro che ammirano le auto sportive e storicamente appassionati del rally e delle alte prestazioni.
  • Giovani piloti emergenti e aspiranti professionisti: Attraverso il ritorno nel mondo dei Rally, in particolare nella categoria Rally 4, Lancia cattura l’attenzione dei giovani piloti e degli amanti del motorsport.

2. Prodotto e differenziazione

  • Partnership con Cassina: Questa collaborazione permette a Lancia di legarsi a un nome sinonimo di eleganza e qualità nell’arredamento di lusso, rinforzando così il proprio posizionamento nel mercato premium.
  • Lancia Ypsilon HF e Ypsilon Rally 4 HF: Lancia rivisita il passato glorioso delle sue auto ad alte prestazioni, proponendo modelli che combinano storia e innovazione, con specifiche tecniche all’avanguardia (motore elettrico da 240 CV, accelerazione 0-100 km/h in 5,8 secondi). Questo mix è pensato per attrarre sia i nostalgici del marchio che i nuovi appassionati di auto sportive.

3. Comunicazione e branding

  • Revival dello storico logo HF: Lancia utilizza con maestria gli elementi nostalgici e storici, come il logo HF reinterpretato in una chiave moderna. Questo crea un legame emotivo con i vecchi fan e stimola l’interesse dei nuovi clienti.
  • Focus sulla tradizione e sull’innovazione: La comunicazione sottolinea l’heritage del marchio nel mondo dei rally, rafforzandolo con la promessa di innovazione e performance future. Questo dualismo è cruciale per attrarre un pubblico ampio, dall’amante delle tradizioni agli innovatori.

4. Offerta finanziaria e posizionamento

  • Accessibilità e esclusività: L’utilizzo di termini come “esclusività di massa” indica una strategia che punta a rendere il marchio accessibile a un pubblico più vasto, pur mantenendo un’aura di esclusività. Questa strategia può attrarre clienti che aspirano a possedere un’automobile premium senza dover spendere cifre esorbitanti.
  • Gamma diversificata e offerta finanziaria: Menzionare una gamma completa ed elegante insieme a offerte finanziarie competitive suggerisce che Lancia vuole posizionarsi come una scelta sensata anche dal punto di vista economico, senza rinunciare alla qualità e all’esclusività.

5. Eventi futuri e lancio prodotti

  • Anteprima della Lancia Ypsilon HF e il ritorno nei Rally: Annunciando il debutto futuro della Lancia Ypsilon HF e la partecipazione ai rally, Lancia crea aspettativa e interesse nel mercato. Questa strategia permette di mantenere alta l’attenzione sul marchio fino al 2025 e oltre, costruendo un senso di anticipazione e fedeltà tra i consumatori.

Conclusioni

Il comunicato di Lancia, quindi, è ben strutturato ed efficace nel comunicare il nuovo posizionamento del marchio, unendo tradizione e innovazione. La segmentazione mirata, l’uso strategico di partnership e il rilancio di elementi storici distintivi delineano una chiara visione di riposizionamento nel mercato premium e automobilistico sportivo. La combinazione di accessibilità economica e esclusività percepita può essere una mossa vincente per raggiungere e fidelizzare una vasta clientela. Il comunicato, però, dai giornali ci si aspetta altro.

Perché Lancia ha creato solo una Rally4?

L’approccio di Lancia nel costruire una vettura da rally per i clienti paganti anziché creare un team per competere nel Campionato del Mondo Rally potrebbe essere determinato da diversi fattori strategici:

  1. Costi e risorse: Partecipare attivamente al Campionato del Mondo Rally richiede ingenti investimenti in termini di risorse finanziarie, umane e logistiche. Costruire una vettura da rally per i clienti potrebbe rappresentare un’opportunità economica più sostenibile per il marchio, consentendo di capitalizzare sull’eredità sportiva di Lancia mantenendo costi più contenuti.
  2. Segmentazione del mercato: Offrire una vettura da rally ai clienti paganti potrebbe essere una mossa mirata a soddisfare una specifica domanda di appassionati di rally che desiderano un’esperienza sportiva senza la necessità di competere a livello professionale. Questa strategia potrebbe consentire a Lancia di espandere il proprio pubblico di appassionati senza dover necessariamente puntare ai vertici delle competizioni ufficiali.
  3. Valorizzazione del marchio: Costruire vetture da rally per i clienti può servire a valorizzare il marchio Lancia e a riaffermare la reputazione nel settore delle competizioni automobilistiche, pur senza partecipare attivamente al Campionato del Mondo Rally. Questa strategia potrebbe aiutare a mantenere viva l’eredità sportiva del marchio e a creare un legame emotivo con gli appassionati senza l’onere e la complessità della competizione ufficiale.
  4. Focus su diverse strategie: La decisione di concentrarsi sulla produzione di vetture da rally per i clienti potrebbe essere parte di una strategia più ampia che prevede il coinvolgimento in diverse iniziative nel mondo dei rally, quali la partecipazione a eventi specifici, la sponsorizzazione di team o l’organizzazione di propri eventi sportivi. Questa diversificazione potrebbe permettere a Lancia di sfruttare al meglio le sue risorse e il suo patrimonio sportivo.

La decisione di Lancia di costruire vetture da rally per i clienti anziché partecipare attivamente al Campionato del Mondo Rally potrebbe essere guidata da considerazioni strategiche legate a costi, segmentazione del mercato, valorizzazione del marchio e una visione strategica a lungo termine per mantenere un coinvolgimento significativo nel mondo dei rally.

Stephane Lefebrve con la Citroen C3 R5
Stephane Lefebrve con la Citroen C3 R5

Perché una Rally2 a marchio Citroen?

La decisione di Stellantis (il gruppo che possiede sia Citroën che Lancia) di sfruttare la storia sportiva del marchio Lancia mentre la vettura da rally Rally2 è a marchio Citroën potrebbe essere influenzata da alcune considerazioni strategiche e di branding:

  1. Posizionamento e Identità del Marchio: Lancia ha una lunga e gloriosa storia nel mondo dei rally, essendo il marchio più vincente di tutti i tempi nel Campionato del Mondo Rally. Sfruttare questa eredità sportiva può contribuire a rafforzare l’immagine e l’identità del marchio Lancia come sinonimo di prestazioni, competizione e alto livello di ingegneria automobilistica. D’altra parte, Citroën ha a sua volta una solida tradizione sportiva nel mondo dei rally e ha sviluppato la vettura da rally Rally2 per competere in questa disciplina. Utilizzare il marchio Citroën per la vettura Rally2 potrebbe essere una scelta tattica per consolidare l’immagine sportiva di Citroën nel rally.
  2. Differenziazione dei Marchi: Stellantis potrebbe aver deciso di mantenere separati i due marchi, Lancia e Citroën, nel contesto delle competizioni automobilistiche per differenziare chiaramente le rispettive identità di marca e sfruttare al meglio le specifiche associazioni legate ai due marchi. In questo modo, si potrebbe massimizzare l’impatto e la riconoscibilità di entrambi i marchi nei rispettivi campi di competizione.
  3. Ottimizzazione delle Risorse e delle Competenze: Potrebbe anche essere una decisione basata sull’ottimizzazione delle risorse e delle competenze all’interno del gruppo Stellantis. Citroën potrebbe già disporre di una solida base tecnica e di esperienza nel campo dei rally, rendendo più efficiente l’utilizzo del marchio Citroën per la vettura Rally2, mentre Lancia si concentra sulla valorizzazione della propria storia e tradizione sportiva in altre iniziative.

La scelta di utilizzare la storia sportiva di Lancia mentre la vettura da rally Rally2 è a marchio Citroën potrebbe essere guidata da strategie di posizionamento del marchio, differenziazione dei marchi, ottimizzazione delle risorse e competenze all’interno del gruppo Stellantis. Queste decisioni possono contribuire a massimizzare l’impatto dei rispettivi marchi nei rispettivi campi di competizione.