La Fiat 131 Abarth Rally vista da Beppe Milani e Mauro Parra

La campionessa Fiat 131 Abarth Rally

La campionessa del mondo rally, la Fiat 131 Abarth Rally, celebrata in un bellissimo libro (bilingue: italiano e inglese) di Beppe Miliani e Mauro Parra.

Quasi cinquecento pagine, cinque chili di peso, immagini uniche e informazioni autorevoli. Questo è il monumentale volume che rivela un capitolo poco conosciuto ma affascinante nella storia dell’automobilismo: il prototipo Abarth basato sulla Fiat X1/9, destinato a essere l’arma da rally che avrebbe portato il nome torinese al vertice delle competizioni.

L’Abarth, celebre per le sue creazioni ad alte prestazioni e le vittorie nei rally, decise di sfruttare il telaio della Fiat X1/9 per sviluppare un nuovo gioiello da corsa. Il progetto, ambizioso e audace, prometteva di portare la potenza e l’agilità dell’Abarth sulle strade tortuose dei rally internazionali.

Tuttavia, il destino del prototipo Abarth Fiat X1/9 prese una piega inaspettata. Nonostante il fervore iniziale e l’entusiasmo per il potenziale della vettura, la dirigenza Fiat intervenne con una decisione sorprendente. Optò per concentrare le risorse e gli sforzi sull’evoluzione della Fiat 131 Mirafiori, una berlina che rappresentava il futuro dell’azienda sul mercato internazionale.

Nasce così la Fiat 131 Abarth Rally, costruita tra il 1976 e il 1978 in quattrocento esemplari, destinata a conquistare tre Mondiali Costruttori, una Coppa Fia Piloti ed un Mondiale Piloti. E nasce da una concezione diametralmente opposta rispetto a quella della Stratos: si tratta di una berlina tre volumi per famiglia ripensata per le corse.

Nei primi due anni di vita la Gruppo 4 torinese presenta all’anteriore quattro fari delle stesse dimensioni, così come sul modello di serie, mentre a partire dalla stagione 1978 i due fari interni vengono proposti di dimensioni maggiorate. L’ultima novità estetica appare nella stagione 1980 – anche se, in realtà, qualche vettura ufficiale si era già presentata nella stessa configurazione alla fine dell’annata precedente – e riguarda i gruppi ottici posteriori.

Con un rigore sorprendente, il libro elenca tutti i risultati ottenuti dalle Fiat 131 Abarth Rally in giro per il mondo. Ogni vittoria, ogni podio, ogni trionfo è accuratamente documentato, trasportando il lettore in un viaggio emozionante attraverso gli aneddoti e i momenti epici di queste iconiche vetture da rally.

Ma non è solo un catalogo di successi: il libro svela anche i segreti meccanici e le modifiche apportate alla scocca delle Fiat 131 Abarth Rally. Grazie a dettagliate analisi tecniche, i lettori possono comprendere appieno l’ingegneria dietro la potenza e l’agilità di queste macchine da corsa, gettando luce su come siano state adattate e perfezionate per dominare le strade sterrate e tortuose dei rally.

Un aspetto particolarmente affascinante del libro è la sua ricchezza di materiali d’archivio. Dai manuali utilizzati dall’Abarth alle microfiche dei ricambi con i listini prezzi, ogni pagina è intrisa di autenticità e ricorda l’impegno e la dedizione dei tecnici e degli ingegneri che hanno reso possibile il successo delle Fiat 131 Abarth Rally.

Ma le sorprese non finiscono qui. Il libro getta anche luce su alcune delle varianti più rare e interessanti delle Fiat 131 Abarth. Dal prototipo 031 al leggendario modello 035, dalla versione stradale al Volumetrico e persino alla 131 Diesel Abarth, ogni dettaglio è accuratamente esplorato e analizzato, offrendo un’immersione completa nella variegata gamma di queste magnifiche vetture da corsa.

  • la scheda
  • FIAT 131 ABARTH RALLY
  • Autori: Beppe Miliani e Mauro Parra
  • Copertina: rigida
  • Pagine: 492
  • Immagini: 700 a colori e 343 in bianco e nero
  • Formato: 30 x 30 centimetri
  • Editore: Saradecals Edizioni
  • Prezzo: 85 euro
  • Peso: 5 chilogrammi
  • ISBN: 978-8-8942315-1-9

Verifica la disponibilità e acquista