Gli ingaggi dei piloti più pagati del WRC

Ingaggi d’oro nel WRC per i due Sebastien: Loeb e Ogier

Sebastien Loeb era il pilota più pagato, forse meglio dire strapagato, del circus del World Rally Championship. Di questo ne siamo certi tutti. E tutti pensiamo che qualunque cifra guadagni, la meriti tutta. 

È il campione dei campioni, Sebastien Loeb. il più grande Cannibale di titoli di tutti i tempi. È l’unico della storia del WRC ad aver mai percepito un ingaggio tanto elevato. Il pilota francese è stato confermato in Citroën per altri due anni durante i quali, secondo quanto pubblicato da Sportune.fr, un media online molto informato sugli ingaggi degli sportivi, porterà a casa complessivamente 20 milioni di euro, 10 milioni a stagione, esclusi i bonus ovviamente. Mica bruscolini.

Per farci un’idea anche dell’accresciuto valore economico di Loeb tra il 2004 ed il 2011 facciamo un paragone con due personaggi universalmente riconosciuti come leggende viventi nei rispettivi sport: Michael Schumacher e Valentino Rossi. Entrambi hanno vinto il Campionato del Mondo, Formula 1 e Motomondiale, per sette volte. Loeb otto. Il Campionato del Mondo Rally 2011, con il copilota Daniel Elena, è stato il sigillo del record per il pilota francese, nonostante il ritiro all’ultima gara.

L’alsaziano era salito per la prima volta sul gradino più alto del podio nel 2004, a bordo della Citroen Xsara WRC. Questa vettura lo accompagna fino al 2007, quando la sostituisce con la C4 WRC con identico risultato. Nel 2011 è passato alla DS3 WRC, conquistando l’ottavo titolo. Oltre alle otto vittorie, Loeb, classe 1974, ha ottenuto tutta una serie di record imbattuti, perlomeno nei rally. Tra questi: 67 vittorie iridate, 11 successi in un solo anno, nel 2008; 6 vittorie consecutive stagionali, nel 2005; 5 vittorie al Montecarlo; 8 volte primo al Deutschland.

Quello del plurititolato – le cifre rivelate da Sportune sono quantomeno verosimili – è un ingaggio unico nella storia dei rally, una disciplina che è sicuramente meno blasonata e meno ricca della Formula 1, e dove non ci si aspetterebbe contratti così importanti. Il suo ex compagno di squadra, Sebastien Ogier, che ha firmato con Volkswagen un contratto di tre anni per lo sviluppo e per il debutto della Polo R WRC, ha un ingaggio complessivo di 10 milioni di euro: 4 milioni nel 2012, 3 milioni nel 2013 e altri 3 nel 2014 (in Citroen il suo ingaggio era stimato tra i 700 mila euro e il milione). Anche in questo caso non stiamo parlando di patate.

Mikko Hirvonen che, invece, dal 2012 diventa il nuovo compagno di squadra del Cannibale, è riuscito a strappare un ingaggio addirittura due volte superiore a quello che aveva in casa Ford, che era pari a 1,5 milioni di euro. Dall’1 gennaio 2012 il finlandese, grazie a Citroën, cambia stipendio: 3 milioni di euro a stagione. Altri piloti della storia rallystica mondiale che potevano vantare ingaggi milionari, ovviamente rapportati ai periodi in cui hanno corso e vinto, sono Colin McRae, che nel 2003 venne ingaggiato da Citroën per la cifra di 6 milioni di euro, e Marcus Gronholm, che per la stessa cifra corse per i colori Ford nel WRC del 2006 e del 2007.