Gianni Del Zoppo e l'esordio italiano della Peugeot 205 T16

Gianni Del Zoppo e l’esordio italiano della Peugeot 205 T16

Nel programma sportivo di Peugeot Italia con la 205 Turbo 16 c’era Gianni Del Zoppo, il pilota comasco cresciuto sotto l’ala del Leone, e la copilota Betty Tognana. Restava solo da definire la struttura tecnica per l’esordio italiano della Peugeot 205 T16. Una storia che dovrebbe iniziare con ‘c’era una volta’ e terminare con ‘tutti vissero felici e contenti’.

Operazione C15: sembra il nome in codice di una missione segreta, roba da commandos. Magari lo sarà anche stato, ma in questa storia è l’identificativo di un progetto e di una vettura che ha cambiato Peugeot Italia. E come tutte le storie, anche questa, che riguarda l’esordio italiano della Peugeot 205 T16, potrebbe iniziare con il classico ”c’era una volta …”.

Allora, c’era una volta – era la fine del 1984 – una giovane e ancora acerba auto da rally, chiamata Peugeot 205 T16 che, nonostante fosse al suo primo anno agonistico, aveva già dimostrato di che pasta fosse fatta conquistando tre vittorie nelle ultime tre gare mondiali della stagione.

Sull’onda di queste premesse, Peugeot Italia decise di avviare un programma nazionale basato su questo nuovo Leone da rally. Il momento era favorevole: dal 1979 al 1984, direttamente o indirettamente l’impegno della filiale italiana nei rally era stato premiato da numerosi successi, ma si trattava sempre di affermazioni di classe.

Gianni Del Zoppo e l'esordio italiano della Peugeot 205 T16
Gianni Del Zoppo e Betti Tognana con la 205 T16

Ora, anche su suggerimento della Casa madre, era arrivato il momento di puntare in alto: al primo posto assoluto. L’equipaggio era già pronto: Gianni Del Zoppo, il pilota comasco cresciuto sotto l’ala del Leone, e la copilota Betty Tognana. Restava solo da definire la struttura tecnica.

La 205 Turbo 16 assegnata da Peugeot alla filiale italiana (vettura siglata ”C15”) fu affidata all’Osella Rally, creata ad hoc da Mariolino Cavagnero in un locale messogli a disposizione dal costruttore torinese Enzo Osella nella sua factory di Volpiano. La gestione sportiva fu affidata a due ex navigatori di grande esperienza come Roberto Rudy Dal Pozzo e Claudio Berro.

Ti piace questo contenuto? È uno dei pochi del nostro sito disponibili solo in versione premium. Per completare la lettura puoi prendere in considerazione di farti un bel regalo con il libro su cui è stato pubblicato (che contiene tante altre interessanti storie e aneddoti), o con le altre pubblicazioni cartacee della collezione editoriale. Diventerai orgogliosamente uno dei nostri sostenitori!

La copertina di 100 anni di Storie di Rally