Cos’era il Campionato Internazionale Costruttori?

Sandro Munari e il suo navigatore Mario Mannucci su Lancia Fulvia 1.6 Coupé HF al Sanremo-Sestriere - Rally d'Italia 1971

Nel 1970, la Fédération Internationale de l’Automobile (FIA) decise di creare una competizione ufficiale per le case automobilistiche coinvolte nel rally, istituendo la Coppa FIA Costruttori Rally. Questo campionato era destinato a riconoscere il costruttore con le migliori prestazioni complessive in una serie di eventi selezionati durante l’anno.

Il Campionato Internazionale Costruttori è stato un momento cruciale nella storia delle competizioni rally. Questo campionato, istituito nel 1970, ha gettato le basi per quello che sarebbe diventato il moderno Campionato del Mondo Rally (WRC), trasformando il rally in uno sport globale e altamente competitivo.

Le competizioni rally affondano le loro radici nei primi anni del XX secolo, con eventi iconici come il Rally di Monte Carlo, che risale al 1911. Tuttavia, fu solo dopo la Seconda Guerra Mondiale che il rally iniziò a evolversi in una disciplina sportiva strutturata e professionale. Negli anni ’60, le gare di rally divennero sempre più popolari in Europa, attirando un pubblico crescente e l’interesse delle case automobilistiche.

Nel 1970, la Fédération Internationale de l’Automobile (FIA) decise di creare una competizione ufficiale per le case automobilistiche coinvolte nel rally, istituendo la Coppa FIA Costruttori Rally. Questo campionato era destinato a riconoscere il costruttore con le migliori prestazioni complessive in una serie di eventi selezionati durante l’anno. L’obiettivo era promuovere l’innovazione tecnica e l’affidabilità delle vetture da rally, premiando il contributo delle case automobilistiche allo sviluppo dello sport.

La prima edizione della Coppa FIA Costruttori Rally nel 1970 vide la partecipazione di alcune delle case automobilistiche più prestigiose dell’epoca, tra cui Ford, Porsche, Alpine-Renault e Fiat. Il format prevedeva che i costruttori accumulassero punti in base ai piazzamenti ottenuti nelle varie gare del calendario, con un sistema di punteggio che premiava la costanza e le prestazioni di vertice.

Ford fu la prima a trionfare, grazie alle prestazioni eccezionali della Ford Escort RS1600, che dominò le gare europee con piloti del calibro di Hannu Mikkola e Timo Mäkinen. La vittoria di Ford segnò l’inizio di un periodo di grande competizione tra i costruttori, ciascuno dei quali cercava di sviluppare la vettura da rally più avanzata e competitiva.

Roger Clark vittorioso al RAC 1972
Roger Clark vittorioso al RAC 1972

Gli anni ’70 videro l’entrata in scena di Fiat e Lancia, che sarebbero diventati protagonisti del campionato. Fiat, con la sua 124 Abarth Rally, ottenne il titolo nel 1972, mentre Lancia iniziò a farsi notare con la leggendaria Stratos HF, una vettura che avrebbe cambiato per sempre il mondo del rally. La Lancia Stratos, progettata specificamente per le competizioni rally, combinava un design innovativo con prestazioni eccezionali, dominando il campionato a metà degli anni ’70.

Nel 1973, la FIA decise di ampliare e ristrutturare la Coppa FIA Costruttori Rally, trasformandola nel Campionato del Mondo Rally (WRC). Questo nuovo campionato mondiale includeva non solo una competizione per i costruttori, ma anche un titolo per i piloti, rendendo il rally uno sport ancora più completo e avvincente. La creazione del WRC rappresentò un significativo passo avanti, portando il rally su un palcoscenico globale e attirando l’interesse di un pubblico internazionale.

La Coppa FIA Costruttori Rally, pur avendo avuto una vita relativamente breve, ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo del rally. Essa ha gettato le basi per la creazione del WRC, che oggi rappresenta il massimo livello delle competizioni rally a livello mondiale. Il campionato ha stimolato l’innovazione tecnica e ha portato alla luce alcuni dei momenti più memorabili nella storia delle corse automobilistiche.

La storia del Campionato Internazionale Costruttori Rally è una storia di passione, innovazione e competizione feroce. Dalle sue origini nei primi anni ’70 fino alla trasformazione nel WRC, questo campionato ha contribuito a definire il rally come una delle discipline motoristiche più affascinanti e impegnative. Le vetture e i costruttori che hanno partecipato a questo campionato hanno lasciato un’eredità duratura, ispirando generazioni di piloti e appassionati in tutto il mondo.