Carlos Reutemann e Timo Salonen

Carlos Reutemann e il Rally d’Argentina con la 205 T16

La prima partecipazione ad un rally da parte di Lole fu nel 1980 nell’edizione inaugurale del Rally Codasur, che in seguito darà origine al Rally d’Argentina. Seguirono una serie di esperienze con alcune case automobilistiche protagoniste di quel periodo per approdare nel 1985, nel Team Peugeot Talbot Sport che gli mise a disposizione una Peugeot 205 Turbo 16 ufficiale.

Il pilota argentino Carlos Reutemann, detto “Lole” conosciuta dalla maggior parte degli appassionati come pilota in Formula 1 in forza alla Scuderia Ferrari nel biennio 1977-1978 era un personaggio definito da Enzo Ferrari “pilota tormentato e tormentoso“, è anche ricordato come valido imprenditore e politico nel governo della sua città, Santa Fe in Argentina. Carlos Reutemann è invece meno conosciuto quale pilota del Team Peugeot Talbot Sport per il Rally d’Argentina del 1985 a bordo della Peugeot 205 Turbo 16 (Evo 2).

La prima partecipazione ad un rally da parte di Lole fu nel 1980 nell’edizione inaugurale del Rally Codasur, che in seguito darà origine al Rally d’Argentina. Seguirono una serie di esperienze con alcune case automobilistiche protagoniste di quel periodo per approdare nel 1985, nel Team Peugeot Talbot Sport che gli mise a disposizione una Peugeot 205 Turbo 16 ufficiale.

Alla partenza della competizione argentina, vedremo gli equipaggi del Team Peugeot Talbot Sport così composti: Ari Vatanen con Terry Harryman, Timo Salonen con Seppo Harjanne ed infine “l’ospite d’onore” Carlos Reutemann con Jean-François Fauchille. Questa ottava prova della stagione vede le Audi particolarmente agguerrite. La casa di Inglostadt si presenta infatti con una nuova versione della Quattro Sport che spaventa gli addetti ai lavori.

La gara sarà ricordata per molto tempo per il pauroso incidente occorso durante la seconda prova speciale ad Ari Vatanen ed il suo copilota Terry Harryman. Al termine della prova speciale l’equipaggio non taglia il traguardo allarmando l’organizzazione. Sarà un elicottero ritrovare i mal capitati fuori dal tracciato a causa di un “volo” causato da una cunetta presa a fortissima andatura. Ari rischiò la vita e rimase in coma per diversi giorni fino ad un insperato risveglio dopo una delicata operazione. Terry subì la fratture alle vertebre riprendendosi dopo un lento ricorso.

La gara al termine decretò la terza posizione per il campione argentino Carlos Reutemann, preceduto da Wilfried Wiedner 2° con Audi Quattro e da un Timo Salonen primo, successivamente Campione del Mondo della stagione 1985 davanti alle squadre di Audi e Lancia.

Pianeta Rally: libri, riviste moda, giochi, modellismo