A Bassano ritornano insieme Biasion e Siviero sulla Kadett

A Bassano ritornano i nomi Biasion-Siviero sulla Kadett

Un bellissimo richiamo ai vecchi e gloriosi tempi, sugli echi del debutto nel mondo dei rally del mitico equipaggio, che nel 1988 e nel 1989 vinse due titoli mondiali consecutivi con la Lancia Delta HF. Per chi non lo ricordasse, il due volte campione del mondo rally esordì nel TRN e poi nel Campionato Italiano proprio nel 1979 con la Opel Kadett GTE. Solo l’anno dopo passò alla Opel Ascona SR.

Cresce l’attesa per il Rally Storico Città di Bassano – che sarà anche in questo caso a porte chiuse e su cui però pende la “spada di damocle” prefettizia, che adesso più che mai pretendono il rispetto delle regole visto che anche negli stadi non si potrà accedere – per la presenza in prova speciale di due iscritti d’eccezione: Biasion e Siviero, con la Opel Kadett GT/E.

Un bellissimo abbinamento di cognomi che richiama i vecchi e gloriosi tempi, del debutto nel mondo dei rally della coppia, che nel 1988 e nel 1989 vinse due titoli mondiali consecutivi con la Lancia Delta HF. Per chi non lo ricordasse, il due volte campione del mondo rally (nella foto che è stata tratta dal libro “Una favola Mondiale” di Miki Biasion) esordì nel Trofeo Rally Nazionali e poi nel Campionato Italiano proprio nel 1979 con la Opel Kadett GTE.

L’anno successivo, invece, passò alla Opel Ascona SR e partecipò sia alle gare italiane dell’Europeo e pure del Mondiale. Doppietta di campionati per il 1981 e per il 1982, stagioni in cui prende parte di nuovo alle gare italiane dell’Europeo e del Mondiale Rally guidando la Opel Ascona 400 con cui al Rally della Lana, valido per il titolo Tricolore, centra la sua prima vittoria assoluta in carriera. Al Rally Storico Città di Bassano, però, in macchina non ci saranno Miki e Tiziano bensì i rispettivi figli.